10 MOTIVI DELL’ASSENZA DEGLI ANNUNCI DI VENDITA SU FACEBOOK

Una situazione abbastanza tipica: impostate e lanciate una campagna pubblicitaria su Facebook, controllate le statistiche in un’ora o due ore o un giorno, e i risultati su visite sono deludenti: ce ne sono pochissime o nessuna. Ci possono essere molte ragioni per l’inattività nelle campagne. Consideriamo i principali:

1. Utilizzate i segmenti di pubblico nella stessa campagna per diversi gruppi di annunci che si sovrappongono. Cioè, un utente, in base alle vostre impostazioni, vede gli annunci di gruppi diversi, poiché si trova in due segmenti di pubblico apparentemente diversi.

In questo caso, Facebook potrebbe non mostrare i vostri annunci perché state tentando di mostrare due dei vostri annunci a un utente contemporaneamente e sono in competizione tra loro.

Controllare l’intersezione dei segmenti di pubblico salvati andando alla scheda “Segmenti di pubblico”, quindi selezionare i segmenti di pubblico per il confronto e nella sezione “Azioni” fare clic sul pulsante di confronto.

Soluzione al problema: disattiva i gruppi di annunci sovrapposti, lasciandone uno; non pubblicare più di un gruppo di annunci in una campagna contemporaneamente per pubblico.

2. Pubblico ristretto.

La scelta del pubblico di destinazione giusto per offrire i vostri annunci è sicuramente un aspetto importante del rendimento della vostra campagna pubblicitaria, ma non dovreste restringerlo troppo, in quanto può ridurre al minimo le impressioni. È meglio mantenere la dimensione del pubblico entro alcune migliaia o decine di migliaia di utenti.

3. Tasso basso.

Nel caso in cui scegliete l’offerta manuale, il vostro prezzo potrebbe non essere sufficiente per vincere l’asta di Facebook, a causa della quale il numero di impressioni ne risentirà.

Per risolvere un problema del genere, è sufficiente passare all’offerta automatica e, al termine delle impressioni, è possibile impostare nuovamente il controllo manuale, in base alle statistiche ricevute.

Esempio di offerta manuale:

4. Piccolo budget.

Se impostate un budget di diversi dollari per un gruppo di annunci e allo stesso tempo scegliete un pubblico costoso per la comprensione degli algoritmi di Facebook, il vostro budget semplicemente non sarà sufficiente per un numero sufficiente di impressioni.

Per risolvere il problema, è sufficiente aumentare il budget nelle impostazioni del gruppo di annunci.

5. Molto testo nell’immagine.

Facebook riduce la copertura degli annunci con banner che superano il limite di testo del 20%. Potete verificare che la quantità di testo che soddisfi i requisiti di Facebook utilizzando lo strumento facebook.com/ads/tools/text_overlay. Con un life hack, potete scoprire come aggirare il limite sulla quantità di testo nel nostro articolo su come aggirare le regole di Facebook per le immagini.

Se la vostra immagine non soddisfa i requisiti del sistema pubblicitario, quando create un annuncio vedrete un avviso:

Se finite per richiedere la moderazione manuale, i vostri annunci potrebbero essere visualizzati, ma è probabile che ricevano una copertura inferiore rispetto a quanto potrebbero.

6. Gli utenti considerano il tuo annuncio non pertinente e bloccano i tuoi annunci.

Questa situazione può verificarsi se utilizzate un pubblico troppo ampio e per alcuni utenti l’annuncio non è pertinente. Seconda opzione: è da molto tempo che fate girare lo stesso messaggio pubblicitario (banner) al pubblico per il quale ha perso la sua rilevanza.

Inoltre, gli utenti possono bloccare il vostro annuncio a causa di contenuti di qualità palesemente bassa.

Per risolvere questo problema, vale la pena lavorare costantemente sulla pertinenza degli annunci, modificarli nel tempo e creare un pubblico di destinazione.

Una conseguenza negativa del fatto che gli utenti fanno clic sul pulsante di blocco degli annunci è che ciò influisce non solo sulle impressioni dell’annuncio specifico, ma anche sul rendimento dell’account nel suo insieme.

REAZIONE DEL PUBBLICO AL VOSTRO ANNUNCIO

Potete visualizzare la reazione del pubblico al vostro annuncio nel vostro account accedendo alla scheda “Annunci” e selezionando la colonna “Recensioni”:

Il livello di feedback positivo e negativo vi darà un’idea se al pubblico piace l’annuncio o è meglio sostituirlo:

7. Se i vostri annunci hanno un punteggio di qualità basso, questo può portare a una diminuzione del numero delle impressioni per tale annuncio e a un aumento del costo di impressioni e clic. È possibile controllare il punteggio di qualità aggiungendo la colonna RelevanceScore al report. Questo indicatore può essere aumentato solo generando contenuti di alta qualità che corrisponderanno al pubblico di destinazione.

8. L’alta frequenza delle impressioni può anche essere la ragione per le impressioni inferiori. Se la frequenza aumenta e allo stesso tempo si osserva una diminuzione dell’efficacia della campagna pubblicitaria (impressioni, clic, coinvolgimento), questo indica la necessità di sostituire le creatività con nuove. Di solito vale la pena considerare una sostituzione quando la frequenza è 2 o superiore.

9. Abilitare l’ottimizzazione delle conversioni la prima volta che lanci una campagna pubblicitaria non è una buona idea. Per questo tipo di ottimizzazione, Facebook deve raccogliere statistiche su cui possono fare affidamento i suoi algoritmi. Se lanciate una nuova campagna, non ci sono tali statistiche e se scegliete l’ottimizzazione per le conversioni, le impressioni e l’efficacia della campagna nel suo insieme potrebbero risentirne.

Per il primo lancio della campagna, è meglio scegliere l’impostazione di ottimizzazione per i clic e, dopo aver ricevuto 15 – 30 conversioni per la campagna, potete già provare l’opzione con l’ottimizzazione per le conversioni.

10 . I cambiamenti troppo frequenti e troppo bruschi non sono spesso utili per stabilizzare le impressioni. Facebook non inizia sempre a far girare gli annunci immediatamente e a volte ci vuole un giorno per vedere i primi risultati. Pertanto, se sono trascorse diverse ore dal lancio della campagna pubblicitaria e non vedete i risultati nell’ufficio pubblicitario, non preoccupatevi. Se dopo un giorno le impressioni non migliorano, dovreste provare gli aggiustamenti: aumentare il budget giornaliero, le tariffe, espandere il pubblico, controllare il contenuto.

Potreste anche essere interessati a come abbiamo suddiviso il pubblico nelle campagne pubblicitarie di Facebook e aumentato il ROI del 276%.